La valle, una risorsa storica da preservare

Share Button

La nostra valle ha molto da raccontare, tutto per anni si è basato
sulle attività in essa presenti. Ora un nuovo PGT ha deciso che la
sua storia imprenditoriale debba finire, le sue piccole o grandi aziende sono incompatibili
con le aspirazioni di questa nuova leva di amministratori Solbiatesi.
Ma è veramente utile delocalizzare le aziende in valle?
Quando la valle era rigogliosa, ben tenuta, frequentata da centinaia di persone,
era il cuore pulsante della vita Solbiatese.
Le attività pensavano alla sua manutenzione, l’alveo del fiume pulito,
gli argini consolidati, l’erba tagliata, i terrazzamenti a roseto coloravano l’ambiente,
le strade, le scalette e la stradina di sassi la collegavano al centro della Comunità.
Il Dopolavoro forniva servizi e divertimento,
era un vero e proprio centro di aggregazione, oggi il PGT non lo considera
nemmeno “rilevante”. Ecco che allora la normativa approvata, ponendo vincoli estremamente penalizzanti per le attuali proprietà, spingono verso una delocalizzazione oggi economicamente insostenibile. Immensi capannoni che non potranno essere
riconvertiti e messi a disposizione di nuove piccole aziende perché non utilizzabili come deposito, piccoli artigiani che non troveranno in essi la possibilità di insediare la propria attività.
Ma siamo sicuri che questo farà del bene alla valle ? Siamo sicuri che le amministrazioni pubbliche garantiranno i mezzi per tutta la manutenzione che richiede. Per secoli le
attività lo hanno garantito, i mezzi pubblici potranno fare altrettanto?
Meno male che, come l’araba fenice, ancora una volta e grazie a lungimiranti imprenditori
la nostra valle tenta di risorgere : da qualche mese infatti è in funzione sui tetti dell’ex Cotonificio uno dei dieci più grandi impianti per la produzione di energia fotovoltaica della Provincia, una potenza prodotta tramite pannelli solari pari al consumo annuale di mille famiglie.
Che sia di buon auspicio per il futuro, tanti auguri cara e mai vecchia Valle Olona.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.