BILANCIO 2014 e LAVORI PALESTRA SCUOLE MEDIE

Share Button

Nel Consiglio Comunale dello scorso 29 aprile tra gli argomenti discussi all’ordine del giorno vogliamo porre l’attenzione su due questioni che riteniamo di particolare importanza.

BILANCIO CONSUNTIVO 2014

Evidenziamo questi dati significativi:

- Nel corso del 2014 sono aumentate le tasse comunali: introduzione TASI e incremento addizionale comunale IRPEF del 75%.

  • Non sono stati migliorati i servizi nè realizzate nuove opere.

C’è un parametro che fotografa la situazione: le spese per investimenti sono state meno del 4% del totale “spese investimenti+spese correnti” quando la media nazionale supera il 25%.

  • L’avanzo di competenza è decisamente alto (quasi 500.000,00€).

Ci chiediamo quindi se questa sia una buona condotta. La risposta è NO, l’obiettivo dell’amministrazione non deve essere fare cassa, soprattutto mettendo mano nelle tasche dei cittadini.

E’ un DOVERE di chi amministra ridistribuire le risorse a favore della comunità.

Lo si poteva fare, anche senza intaccare il patto di stabilità, per esempio utilizzando gli oltre 150.000,00€ svincolati nel 2014 con il decreto “scuolenuove” che permetteva interventi sull’edilizia scolastica e che invece è rimasto inutilizzato.

Per queste motivazioni il nostro voto è stato contrario all’approvazione.

INTERROGAZIONE LAVORI PALESTRA SCUOLE MEDIE

A seguito di una nostra interrogazione, si è discusso dei lavori per il ripristino della palestra delle scuole medie dopo la chiusura lo scorso dicembre per la caduta di alcuni calcinacci.

In particolare, nella perizia effettuata dal tecnico incaricato (Ing. Zappamiglio) viene indicata, tra gli interventi da eseguire, la posa di alcune mensole in acciaio opportunamente dimensionate. Il progetto esecutivo invece non prevede questo intervento (che in effetti non è stato realizzato).

Come mai?

L’amministrazione ha riferito che la mancanza di queste mensole non pregiudica la messa in sicurezza dell’edificio e che verrannno installate dopo la chiusura delle scuole.

Rimangono grosse perplessità sulle motivazioni che hanno portato a questa decisione visto che non è stato presentato alcun documento che giustifichi questa procedura dal punto di vista tecnico.

La responsabilità è quindi da ascrivere esclusivamente al progettista, cioè al Segretario Comunale.

Inoltre il sindaco e l’assessore sig.ra Caprioli hanno voluto sottolineare che le mensole sono elementi con funzione esclusiva di contenimento per eventuali calcinacci che in futuro potrebbero cadere a terra.

In realtà la perizia parla chiaramente della necessità di garantire degli appoggi adeguati in corrispondenza delle travi e infatti le mensole in acciaio sono dimensionate per sopportare i carichi permanenti ed accidentali che gravano in corrispondenza dell’appoggio.

Lorenzo Brogin

This entry was posted in Senza categoria and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.